LIRICA A CORTE | CARMEN
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (94 votes, average: 8,23 out of 5)
Loading...
Quando:
domenica 25 novembre ore 19.00
Biglietti:
Biglietto con posto assegnato € 30 comprensivo di aperitivo a cura di Cookin’ Factory.

CARMEN

III edizione LIRICA A CORTE | Salone d’Onore della Palazzina di Caccia di Stupinigi

domenica 25 novembre ore 19.00

Sarah Tisba, soprano

Irene Molinari, mezzosoprano

Alessandro Fantoni, tenore

Luca Galli, baritono

Giorgio Martano, pianoforte

La tragica storia d’amore della seducente sigaraia gitana rivive attraverso le più famose pagine del capolavoro di Georges Bizet.

Orario inizio concerto: ore 19.00 | Dalle ore 18.15 è disponibile l’aperitivo a cura di Cookin’ Factory | una volta iniziato il concerto non è garantito l’accesso alla Palazzina di Caccia.

PROGRAMMA

L’amour est un oiseau rebelle (Habanera) Irene Molinari

Parle-moi de ma mère! Sarah Tisba, Alessandro Fantoni

Près des remparts de Séville Irene Molinari, Alessandro Fantoni

Votre toast (Chanson du Toréador) Luca Galli

Les tringles des sistres tintaient (Chanson bohème) Irene Molinari

La fleur que tu m’avais jetée Alessandro Fantoni

Je dis que rien ne m’epouvante Sarah Tisba

Je suis Escamillo, toréro de Grenade! Alessandro Fantoni, Luca Galli

Si tu m’aimes, Carmen Irene Molinari, Luca Galli

C’est toi! C’est moi! Irene Molinari, Alessandro Fantoni

SARAH TISBA – soprano

Romana, classe 1989, si laurea al Conservatorio Giuseppe Verdi di Como nel 2017 con il massimo dei voti, lode e menzione sotto la guida del M° Alessandra Ruffini. Sin dal suo ingresso in Conservatorio, comincia ad esibirsi in numerosi concerti di musica barocca. Nel 2012, all’interno del festival Città di Cernobbio, apre il concerto di Elio delle Storie Tese e Roberto Prosseda. A partire dal 2013 inizia la sua attività operistica debuttando prima come Norina in “Don Pasquale”, poi come Adina in “L’Elisir d’Amore”. Debutta a Pavia nei ruoli di Musetta in “La Bohème” e Zerlina in “Don Giovanni”, Gulnara ne “Il Corsaro” al Teatro Sociale di Como, Traviata nel ruolo del titolo a Pavia, Mimì ne “La Bohème” con regia di Michele Mirabella. Finalista al concorso “Maria Callas”, selezionata nella 66° edizione del Concorso AsLiCo per ricoprire il ruolo di Liù nella “Turandot, principessa falena” del progetto OperaDomani con la regia di Silvia Paoli; nel progetto PocketOpera di AsLiCo, con la regia di Roberto Catalano, debutta nel ruolo di Cio-Cio-San in “Madama Butterfly” nel 2017 con direzione di Alessandro Palumbo, e nel ruolo di Violetta Valéry ne “La Traviata” nel 2018 con la direzione di Jacopo Brusa. Sarah nutre grande interesse, oltre che per l’Opera, anche per la musica Sacra e la Liederistica, dal barocco fino alla musica contemporanea, esibendosi in concerti cameristici tra cui nel 2011, un recital dedicato a Berlioz e Liszt alla Palazzina Liberty per Milano Classica, e nel 2016 un omaggio a Giulio Ricordi tenutosi al Teatro Alla Scala, in occasione della posa della statua del compositore in Largo Ghiringhelli. I suoi prossimi impegni prevedono il ruolo di Alice Ford nel “Falstaff” di Verdi per la stagione del circuito lombardo, il ruolo di Desdemona in “Otello” di Verdi per il Festival Como Città della Musica per il Teatro Sociale di Como e la “Petite Messe Solennelle” di Rossini, con direzione del M° Janos Acs in Ungheria. Ad agosto sarà protagonista di due concerti per la Royal Opera House di Muscat.

IRENE MOLINARI – mezzosoprano

Diplomata e laureata con lode presso il Conservatorio di S. Cecilia in Roma, ha frequentato masterclass tenute da artisti quali Daniela Dessì, Simone Alaimo, e si perfeziona sotto la guida del mezzosoprano di fama internazionale Bruna Baglioni. È vincitrice di concorsi nazionali ed internazionali quali VIII Concorso Lirico Internazionale “Ottavio Ziino” (3° premio), “Un Concorso per Mascagni” III Edizione – Fondazione Teatro Goldoni di Livorno (1° premio). Ha inciso la “Petite Messe Solennelle” di Rossini in qualità di mezzosoprano solista con l’etichetta discografica Naxos / Finest Arts Records; l’opera “La Semiramide in Villa” di Paisiello per la Bongiovanni, in prima esecuzione assoluta in tempi moderni e candidata come Miglior Opera agli International Classical Music Awards 2018. Ha finora interpretato con successo numerosi ruoli esibendosi, diretta da celebri direttori, nei principali teatri lirici nazionali e internazionali, Rosina ne “Il Barbiere di Siviglia”, Angelina in “La Cenerentola”, Clarice ne “La pietra del paragone” di Rossini, Carmen in “Carmen”, Suzuki in “Madama Butterfly”, Fenena in “Nabucco”, Maddalena in “Rigoletto”, Meg Page in “Falstaff”, Dorabella in “Così fan tutte”, Fidalma in “Il matrimonio segreto” di Cimarosa, Lola in “Cavalleria rusticana”, Afra in “La Wally” di Catalani, Zita in “Gianni Schicchi”, Suora Zelatrice in “Suor Angelica” di Puccini, Musico in “Le convenienze ed inconvenienze teatrali” di Donizetti, Giunone in “Orphée aux enfers” di Offenbach, Moglie dell’Orco in “Pollicino” di Henze. Nel repertorio sacro e lirico-sinfonico è stata solista in “Requiem KV626” e “Missa in C minor KV 427” di Mozart, “Messa da Requiem” di Verdi, “Petite Messe Solennelle” e “Stabat Mater” di Rossini, “Stabat Mater” di Pergolesi, “Messiah” di Haendel, “Oratorio de Noel” di Saint-Saëns, “Requiem” di Jommelli, “Sinfonia in re minore op.125” di Beethoven.

ALESSANDRO FANTONI – Tenore

Nato a Genova, ha studiato con il baritono Roberto Sèrvile e all’ Opernhaus di Zurigo. Si è esibito in “Andrea Cheniér” al Teatro San Carlo di Napoli con la direzione di Nello Santi, in “Billy Budd” e “Amico Fritz” in forma di concerto al Teatro Carlo Felice di Genova diretto da Andrea Battistoni, ne “La Messa di Gloria” di Puccini nella Cattedrale di Thun in Svizzera, in “Roberto Devereaux” e “Salomè” diretto da Fabio Luisi al Teatro Carlo Felice di Genova. Fantoni vanta diversi debutti in ruoli principali alla Dänische NationalOper di Aarhus, Danimarca, tra cui Roberto in “Maria Stuarda”, Nemorino ne “L’Elisir d’Amore”, Alfredo ne “La Traviata”, Manrico ne “Il Trovatore” e Rodolfo ne “La Bohème”. Tra gli altri ruoli ha debuttato come Rinuccio in “Gianni Schicchi” e Arlecchino in “Pagliacci” a Pavia, Arvino ne “I Lombardi alla Prima Crociata” al Teatro Comunale di Piacenza, “Oz on the road” di Coli al Teatro Carlo Felice. Si è esibito a Tokyo nella “Nona” di Beethoven diretto da M. Natsuda e a Marsiglia ne la “Petite Messe Solennelle” di Rossini. Con la Fondazione Pavarotti ha cantato inoltre in diversi concerti a Modena, Zurigo e Basilea. Tra i concorsi vinti: “Ruggero Leoncavallo” (terzo premio, 2010), “Toti dal Monte” (premio speciale per lo studio di Pinkerton in “Madama Butterfly”, 2011), “Una voce per l’Arena” (2014). Ha lavorato con l’Accademia Chigiana, con la Società Arturo Toscanini di Parma e con il Cantiere Lirico del Teatro Goldoni di Livorno. Recentemente ha debuttato ne “La Rondine“ a Torre del Lago Puccini e al Carlo felice di Genova, Ismaele nel “Nabucco” all’ Arena di Verona. In questo momento è impegnato rispettivamente nel ruolo di Goro in “Madama Butterfly” per il Teatro Carlo Felice e nel ruolo di Rinuccio in “Gianni Schicchi” a Torre del Lago Puccini. Tra i prossimi impegni interpreterà “Stabat Mater” di Rossini nella Cattedrale di Livorno, “La Traviata” a Banska Bystrica in Slovacchia, “La Capinera” e il ruolo di Pinkerton in “Madama Butterfly” al Teatro Bellini di Catania,

LUCA GALLI – Baritono

Nato ad Assisi, classe 1994, al Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia Galli ha studiato pianoforte sotto la guida del M° Stefano Ragni, canto con il mezzosoprano Diana Bertini. Dal 2014 inizia ad esibirsi in concerto, accompagnato al pianoforte dal M° Stefano Ragni, all’Aula Magna dell’Università per stranieri di Perugia. Ha frequentato Masterclass tenute da Daniela Dessi, Fabio Armiliato e Desirée Rancatore. È finalista al Concorso Internazionale per Giovani cantanti lirici – premio “Spiros Argiris” a Sarzana, occasione in cui gli sono stati assegnati molti premi: la Borsa di studio del M° Marco Tutino per le nuove proposte della musica lirica, la Masterclass verdiana tenuta da Daniela Dessì e Fabio Armiliato, la Masterclass con il Baritono Juan Pons al Festival Lirico di  Vicenza e un concerto alla Fondazione Pavarotti. “Miglior Voce Grave Maschile” nel concorso Giacomotti di Voghera 2016, nel dicembre dello stesso anno fa il suo debutto al Teatro Regio di Parma come protagonista ne “Il Gatto con gli Stivali “ del M° Marco Tutino. Seguono altri ruoli: Belcore ne “L’elisir d’Amore” al Teatro Mengoni di Magione, Timur in “Turandot” al Teatro Manini di Narni, Sharpless in “Madama Butterfly” alla Sala Teatro AIDM di Roma. Nel 2018 partecipa alla tournée di Opera Domani dell’AsLiCo nel ruolo di Escamillo nella produzione di “Carmen. La stella del Circo Siviglia”, musica di G. Bizet e regia di Andrea Bernard, esibendosi in numerosi teatri italiani e al Bregenzer Fiestspiele. Nel concorso “Etta e Paolo Limiti” svoltosi nel novembre 2018 al Teatro Dal Verme di Milano si è posizionato al terzo posto.

GIORGIO MARTANO – Pianista

Si diploma in pianoforte con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Lecce sotto la guida di Francesca Mammana. Si distingue fin da giovane in diverse competizioni nazionali e internazionali, sia come solista che nel repertorio cameristico, conseguendo borse di studio e premi speciali. Nel 2010 consegue presso il Conservatorio di Parma l’abilitazione all’insegnamento del pianoforte e successivamente si perfeziona come maestro collaboratore nel 2012 presso l’Accademia per maestri collaboratori del Teatro alla Scala di Milano e nel 2014 presso la Riccardo Muti Opera Academy. Nel 2012 lavora come pianista accompagnatore presso l’Accademia di Ballo del Teatro alla Scala e nello stesso anno vince l’audizione per maestri collaboratori presso il Teatro Sociale di Como, presso il quale collabora come maestro preparatore e di sala per la stagione di OperaLombardia e diversi altri progetti. Da diversi anni è chiamato come maestro accompagnatore e vocal coach presso enti lirici, opera studio e masterclass di canto. Da due anni collabora con il Teatro Stanislavskij di Mosca come vocal coach e consulente per il repertorio lirico italiano. Nel 2015 è maestro preparatore per The Magic Flute, progetto Opera domani, presso la Royal Opera House di Muscat, in Oman, dove è tornato nel dicembre 2017 per The Moth Princess. Nel corso della sua carriera ha collaborato con artisti di fama internazionale, quali Riccardo Muti, Jessica Pratt, Michele Pertusi, Anita Rachvelishvili, Gregory Kunde, Alfonso Antoniozzi, Hibla Gerzmava, Graham Vick, Johnatan Miller, Ugo Benelli e molti altri.

 

Likes(0)(0)